11 novembre 2011

La geografia nell'interactive fiction


  Circa 8 mesi fa avevo tradotto un interessante saggio scritto da Emily Short dedicato allo studio della Geografia nell'interactive fiction e di come essa influenzi l'esperienza di gioco, costituendo un elemento importante e spesso sottovalutato del design di un'avventura.

  Lo avevo inviato al sito di if-italia perché ritenevo opportuno fosse pubblicato li, dove avrebbe avuto senz'altro maggiore visibilità di questo mio piccolo blog. Ignoro per quale motivo non sia stato possibile, così oggi ho deciso comunque di inserirlo su queste pagine (visto che mi accingo a formattare il pc, e non si sa mai come vanno a finire queste cose) sperando che qualche autore di avventure ramingo capiti da queste parti.

  Mi scuso con Emily per il ritardo della pubblicazione.
  Se ravvisaste dei refusi vi prego di contattarmi.

Il testo dell'articolo lo trovate qui:

Mentre l'originale dell'articolo in inglese è disponibile
sul sito di Emily:
  Geography 

 Buona lettura!!!
     Marco

2 commenti:

Flavio Gavagnin ha detto...

Sono capitato da queste parti :-)
Il testo è davvero molto utile, grazie! Le indicazioni di Emily D. sono vitali a mio parere e nulla è lasciato al caso. Sto imparando molte cose.
A breve dovrei aprire anch'io un blog dove ho intenzione di presentare un paio di progettini con I7 e pubblicare le mie considerazioni su questa o quella avventura che ho giocato e finito. Un saluto e complimenti per il tuo spazio, tornerò sicuramente a leggere qualche altra chicca.

Marco ha detto...

Grazie,
questo blog è dedicato soprattutto all'IF Design, nella speranza possa essere d'interesse agli aspiranti autori di narrativa interattiva.

Puoi trovare tanti altri articoli sul sito web associato al blog, ti suggerisco anche l'antologia d'articoli tratti da terra d'if. Il download è libero chiaramente.

ciao